2 suggerimenti efficaci per sbloccare un lavandino naturalmente.

Quando il lavello è intasato, inizia la cambusa.

Ecco un trucco economico per sbloccarlo in modo naturale.

A forza di fargli ingoiare residui di cibo di ogni tipo, il tuo lavandino finirà per sviluppare un'indigestione.

Niente panico, ecco 2 metodi efficaci per sbloccare il lavandino in modo naturale e semplice senza usare prodotti chimici:

1. Pulire il sifone

Pulisci il sifone per sbloccare il lavandino

Innanzitutto, c'è il metodo classico per smontare il sifone.

Prendi un paio di guanti, fatti coraggio con entrambe le mani e svita il sifone, avendo cura di posizionare prima un secchio sotto.

Quindi rimuovere tutti i residui che intasano il sifone, quindi pulirlo con un po 'di sapone per dargli un aspetto un po' giovanile.

Un metodo efficace che io stesso ho usato molte volte per sbloccare il mio lavandino.

2. Usa bicarbonato di sodio e aceto

Bicarbonato + Aceto per sbloccare il lavello

Ecco una soluzione naturale per sbloccare un lavandino:

1. In un contenitore mescolare 200 g di bicarbonato di sodio, 20 cl di aceto bianco e 200 g di sale grosso.

2. Versare il composto nel lavandino intasato. Ovviamente l'acqua stagnante deve essere prima evacuata.

3. Lasciare in posa almeno 30 minuti prima di versare 1 litro di acqua bollente.

Con questi prodotti naturali, questa pozione magica scioglie tutto il grasso accumulato nel lavandino. Risultato: lavandino svuotato :-)

E funziona altrettanto bene per sbloccare il lavello della cucina come per il lavandino del bagno.

Il tuo turno...

Hai provato i consigli di questa nonna per sbloccare un lavandino? Facci sapere nei commenti se ha funzionato per te. Non vediamo l'ora di sentirti!

Ti piace questo trucco? Condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Inoltre da scoprire:

7 consigli efficaci per sbloccare facilmente lavelli, doccia, vasca e lavabo.

Come sbloccare il WC con una bottiglia di plastica?

messaggi recenti