Come fare un buon compost? La guida facile per principianti.

Il compostaggio consiste nel riciclare i rifiuti domestici e del giardino per decomporsi in un bidone della compostiera.

Successivamente, i microrganismi presenti nel suolo degradano e trasformano questo rifiuto organico in un suolo ricco e naturale al 100%: compost.

Quindi, creare il tuo compost arricchisce il tuo terreno per nutrire le tue piante e renderle più sane.

Ma non è tutto! Anche il compostaggio lo rende possibile riduci i tuoi sprechi organico (cucina, verde e rifiuti di legno) ed evitare il trasporto al centro di riciclaggio.

Ma dove mettere il bidone del compost? E quali rifiuti compostare?

Ecco la guida facile per avviare il compost anche quando sei un principiante :

La guida per principianti per iniziare con il compost in modo rapido e semplice

Fare clic qui per stampare facilmente questa guida in PDF.

Quello che ti serve

- Rifiuti bruni e secchi per un apporto di carbonio: piante e foglie morte, rami secchi e ramoscelli, segatura, trucioli di legno, filtri per caffè, stracci (cotone o lana), carta, carta da giornale e cartone (non trattati) e gusci di noci e nocciole (schiacciati).

- Rifiuti verdi e umidi per l'approvvigionamento di azoto: falciatura di prati, foglie, bucce di frutta e verdura, capelli, residui di essiccatori, fondi di tè e caffè.

- acqua

- Bidone del compost (puoi comprare un cestino per il compost come questo o farlo da solo con assi di legno come qui.)

Come fare

Come fare il tuo compost?

1. Scegli un luogo asciutto e ombreggiato vicino a una fonte d'acqua.

L'area di compostaggio dovrebbe essere alta circa 1 m, larga e profonda (1m3). Puoi usare un bidone del compost acquistato in negozio, farlo da solo con assi di legno e rete metallica o semplicemente creare un compost in una pila.

2. Aggiungere gli scarti marroni e verdi a strati alternati

Come regola generale, sono necessari circa 3 volumi di sostanza secca per 1 volume di sostanza umida. Evita grandi sprechi e ricorda di macinare i pezzi più grandi. Utilizzare un trituratore per verdure per tagliare i rifiuti in piccoli pezzi e facilitare il lavoro dei microrganismi in fermentazione.

3. Mantieni il composto umido

L'umidità accelera il processo di decomposizione. Per mantenere un'umidità equilibrata, innaffia il mucchio con tempo asciutto e coprilo sotto la pioggia battente.

4. Mescolare di tanto in tanto il mucchio per arieggiarlo.

Mescola il composto per ossigenarlo bene. Ciò accelererà il processo di compostaggio e ridurrà anche i cattivi odori.

Avvertimento : la prima miscelazione deve essere eseguita solo 2-4 settimane dopo che i rifiuti sono stati accumulati. Ciò ti impedirà di abbassare la temperatura, il che è benefico per l'attività dei batteri.

5. Man mano che si degrada, il mucchio produce calore.

Un cumulo di compost può persino produrre vapore! Ma state tranquilli, significa solo che i microrganismi stanno facendo bene il loro lavoro. Adesso non ti resta che aspettare.

6. Il tuo compost è pronto!

E ora, voilà! Il tuo compost è pronto quando la materia organica è completamente trasformata in humus marrone, che sembra terriccio e odora di terreno forestale. Aggiungilo ai piedi delle piante, sul tuo prato o come complemento per arricchire il terreno del tuo giardino.

Sappi che devi contare tra 3 e 5 mesi in modo che un compost sia ben decomposto e ricco di humus.

Materiali da compostare

Mani che tengono i materiali da compostare.

Rifiuti marroni e secchi (per un contributo di carbonio):

- piante e foglie morte,

- rami secchi e ramoscelli,

- segatura e trucioli di legno,

- filtri per caffè,

- stracci (cotone o lana),

- carta, carta da giornale, cartone (non trattato)

- gusci di noci e nocciole (schiacciate).

Rifiuti verdi e umidi (per una fornitura di azoto):

- tagliare l'erba,

- le foglie,

- bucce di frutta e verdura,

- capelli,

- residui dell'essiccatore,

- fondi di tè e caffè.

Materiali NON da compostare

- Rifiuti inorganici (plastica, vetro, metalli),

- carbone e ceneri di carbone,

- rifiuti di piante malate,

- foglie e rametti di noce nera,

- escrementi di animali domestici,

- elementi di carne (ossa, carne, grassi),

- oli,

- latticini,

- uova (schiacciate, i gusci sono compostabili),

- residui di piante trattate con pesticidi.

E il vermicomposting?

Mani che tengono la terra con i lombrichi.

Con il vermicompost la degradazione dei rifiuti organici è assicurata dai vermi del compost: i lombrichi.

Metti i lombrichi in un contenitore profondo da 8 a 16 pollici e aggiungi terra, giornali e foglie a strati alternati.

Per ventilare e drenare il tutto, il fondo della vasca deve essere forato con dei piccoli fori (diametro massimo 6 mm).

I lombrichi si nutrono delle bucce di frutta e verdura e le trasformano in un fertilizzante ricco di sostanze nutritive.

Il vantaggio di questo metodo è che è completamente inodore e occupa molto meno spazio di un grande contenitore per il compost.

Il tuo turno...

Hai provato questa guida per creare il tuo compost? Dicci nei commenti se ha funzionato per te. Non vediamo l'ora di sentirti!

Ti piace questo trucco? Condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Inoltre da scoprire:

Come fertilizzare il terreno nel tuo orto SENZA fare il compost.

Come fare un bidone della composta con i pallet in 10 minuti Chrono.

messaggi recenti