Perché passare ai costi reali mi ha permesso di ridurre le mie tasse.

Una dichiarazione dei redditi ridotta di oltre 3.500 euro ...

Questo è quello che ho appena rispedito al mio ufficio delle imposte.

E tutto questo grazie a costi reali!

L'anno scorso ho iniziato un nuovo lavoro a più di 80 km da casa. Di conseguenza, le mie spese di viaggio sono esplose! Quindi ho deciso di passare ai costi effettivi sulla mia dichiarazione dei redditi. In concreto, questo significa che Rinuncio all'indennità del 10% concessa dall'amministrazione fiscale a tutti i contribuenti, e che devo calcolare VERAMENTE quanto ho realmente speso per le spese aziendali.

Per spese professionali, per tasse si intendono i viaggi, ovviamente, ma anche i pasti e tutto ciò che riguarda il tuo lavoro (abiti da lavoro se devi fare acquisti specifici o un investimento in un computer o libri se puoi dimostrare che ne hai bisogno per il tuo lavoro).

Calcoli un po 'noiosi ...

Ammetto che i calcoli siano un po 'scoraggianti, con scale che dipendono dal numero di chilometri percorsi e dalla potenza dell'auto.

Ma dopo un po 'di mal di testa e molti strappi di capelli, mi sono venuti in mente 2.603 euro che posso detrarre dalle tasse per la mia macchina, per un viaggio settimanale su strada. A cui aggiungo 600 euro per l'abbonamento SNCF e 240 euro per la metropolitana di Lione. E siccome ho investito in un netbook per poter lavorare in treno e da casa, ho aggiunto anche i 200 euro spesi per quest'ultimo.

... Ma chi paga!

In totale, andare a lavorare lo scorso anno mi è costato 3.643 euro ... che deduco dallo stipendio guadagnato in questo periodo.

Prendo nota di questo importo nella casella 1BK (o 1 AK se sei il dichiarante capofila) e allega un elenco completo e dettagliato di tutto ciò che ho dedotto. Solo per mostrare all'amministrazione che non ho scelto questo importo a caso.

Tieni presente che se scegli i costi effettivi, devi aggiungere tutti i vantaggi che ti offre il tuo datore di lavoro. Se ti paga una parte del tuo abbonamento SNCF o ti rimborsa i costi della benzina, queste somme devono essere aggiunte ai tuoi stipendi.

I costi reali spesso vanno nel dimenticatoio, per pigrizia, per ignoranza della materia. Li calcoli per detrarli dalle tue tasse? Raccontaci tutto nei commenti.

Risparmio fatto

Se guadagni 1.500 euro al mese, normalmente hai diritto a 1.800 euro di sgravi fiscali (10% dei 18.000 € raccolti all'anno). Con i costi reali, puoi andare ben oltre. Sono riuscito a raggiungere 3.643 €, senza sforzo (e soprattutto senza barare!)

È importante tenerlo presente tutto ciò che deduci deve poter essere giustificato. Ricordati di conservare tutte le bollette del treno o del trasporto pubblico (l'amministrazione può richiedertele per tre anni dopo la dichiarazione).

Per i chilometri percorsi in auto, ti potrebbero essere richieste fatture di garage datate di periodi diversi, per verificare di aver effettivamente preso la tua auto ...

E se lavori a più di 40 km da casa, dovrai giustificare questa distanza: l'impiego del tuo coniuge, un figlio a scuola o un contratto precario per esempio.

Attenzione a non utilizzare la casella dei costi effettivi senza pensarci!

Ti piace questo trucco? Condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Inoltre da scoprire:

Ottieni un rimborso parziale o totale delle tue tasse con l'articolo L.247 della LPF.

Pagare meno tasse sul reddito: i 6 consigli che dovresti sapere.

messaggi recenti