24 Piante commestibili facili da riconoscere.

Sapevi che alcune piante selvatiche sono commestibili?

Che crescano nel tuo giardino, ai margini di un sentiero o nella foresta, queste piante esistono dalla notte dei tempi.

E possono benissimo finire nei nostri piatti.

Occorre anche saperli riconoscere e conoscere la loro utilità e le loro proprietà.

Le nostre nonne li conoscevano bene, li usavano per mangiarli ma anche per curarsi.

24 piante facili da riconoscere

Ho seguito un corso organizzato da una professionista durante il quale mi ha insegnato a riconoscere i fiori che si mangiano.

Prima di iniziare anch'io, ti consiglio vivamente di seguire anche un corso come questo per conoscere le piante selvatiche commestibili.

Propongo quindi qui un riassunto di questo apprendimento con 24 piante commestibili facili da riconoscere in casa. Guarda :

1. Ortiche

Ortiche selvatiche in un campo che possono essere cucinate in molti modi

È probabilmente la più conosciuta di tutte le piante selvatiche commestibili e molto facile da riconoscere.

Va detto che ci è familiare poiché è al fianco dell'uomo da millenni.

Il ruolo dell'ortica è pulire i pavimenti. È quindi meglio osservare il luogo in cui cresce perché è comodo in discarica come in un giardino, vicino al cumulo di compost.

L'ortica è ricca di calcio, ferro e vitamina C. Per trarne beneficio, puoi mangiare i germogli o le foglie.

Il modo più semplice è cucinarli con le patate, in una torta, una quiche o qualsiasi altro piatto simile. Ma puoi anche fare il burro di ortiche.

Per fare questo, tagliare le foglie, lavarle e lasciarle asciugare. Quindi, rosolarli nel burro fuso.

Lasciate raffreddare e aggiungete pezzetti di burro. Salare, mescolare fino a quando non diventa una pasta. Ecco fatto, il tuo burro di ortiche è pronto!

Puoi anche provare questa deliziosa ricetta al pesto di ortiche.

E se asciughi le foglie, puoi anche preparare un tè all'ortica.

Scoprire : I 6 benefici dell'ortica per il tuo corpo.

2. La piantaggine

Fiori di piantaggine in un campo che possono essere mangiati in insalata

La piantaggine fiorisce da maggio a ottobre.

Questa pianta può essere consumata in insalata, condita con un filo di aceto balsamico e olio d'oliva al timo.

Questa pianta, come tante altre, contribuisce alla biodiversità perché gli uccelli la apprezzano molto! Banchettano con i suoi semi.

Uno dei suoi pregi è riuscire ad alleviare le punture di ortiche, proprio come l'acetosa e la malva.

Questo è molto pratico perché si trovano spesso vicino alle ortiche.

3. Il trifoglio

il trifoglio è una pianta commestibile

Tutti conoscono il trifoglio. Si trovano ovunque, a volte in abbondanza.

Ma l'hai mai assaggiato? Bene, sappi che questa pianta può benissimo essere mangiata in insalata.

Il trifoglio è perfetto per accompagnare una fetta di quiche, una torta o dei pomodori.

Assaggiatelo e vi assicuro che lo adorerete!

4. La margherita

una margherita in un campo

La bella margherita è piena di calcio.

Se avete il coraggio di andare a raccoglierle una ad una in giardino, questa pianta perenne dà vivacità alle vostre insalate portando loro un tocco di allegro colore.

Ma attenzione, le margherite crescono praticamente ovunque ... anche dove vengono diffusi pesticidi e prodotti tossici.

In questo caso, non sono commestibili. Occorre quindi aver cura di raccoglierli in spazi puliti, privi di pesticidi, come giardini e orti ad esempio.

5. Il dente di leone

un'ape va in cerca di cibo sui fiori di tarassaco

È un grande classico ricco di vitamine e minerali. Il dente di leone commestibile fiorisce da marzo a novembre.

È una delle erbe del giardino che può essere consumata in molte forme.

I suoi fiori infatti vengono utilizzati per produrre vino o anche marmellate.

Le radici e le foglie vengono preparate in zuppa, insalata o infuso.

Come le ortiche, possono anche essere trasformate in burro. Segui la stessa ricetta delle ortiche.

6. Edera terrestre

l'edera macinata può essere mescolata con insalata o tabulé

Il problema con l'edera terrestre è che non è facile riconoscerlo.

Ma una volta identificato, rimarrai stupito di quanto sia delizioso.

Lo apprezzerai sia in insalata che per insaporire un tabulé.

Se lo asciughi, puoi preparare delle tisane salutari.

In fiore da marzo fino all'autunno, è il benvenuto nel tuo giardino in quanto attira e nutre gli insetti impollinatori.

È il caso dei bombi che si nutrono del suo nettare.

7. Le mannaie

Le foglie di graton di Gaillet vengono mangiate in insalata

Lo riconoscerai facilmente perché le sue foglie si attaccano alle mani e ai vestiti.

Hanno un aspetto ruvido molto particolare.

Ricche di vitamina C, le mannaie possono essere consumate in insalata.

Puoi anche aggiungere solo alcune foglie di questa erba per ravvivare un'insalata verde, ad esempio.

8. rovi

I germogli dei rovi sono ricchi di vitamine e vengono mangiati

I rovi fioriscono da giugno ad agosto.

Di solito non ci piacciono troppo perché tendono a invadere il giardino. Tuttavia, non mancano di interesse!

Prima di tutto, è qui che si nascondono numerosi mammiferi come volpi e cinghiali.

Anche le farfalle si divertono mentre gli uccelli e i cervi banchettano con loro.

Quando la foresta si espande, i rovi sono i primi a coprire il terreno.

Quindi, sono ricchi di tannino e vitamina C.

Puoi mangiare i germogli e usare i gambi per il vimini.

Le loro bacche, more selvatiche, sono una vera delizia.

Puoi mangiarli semplici, purché tu scelga solo quelli che sono in alto.

Sì, non dobbiamo dimenticare che alcuni animali possono urinare sui rovi!

9. La nocciola macinata

un tubero di nocciola macinato che può essere cotto

Si chiama "conopod". La fioritura delle arachidi avviene da maggio a luglio.

Si consumano da settembre fino alla fioritura a maggio.

Per raccoglierlo, devi raschiare la terra per rimuovere la radice.

È il tubero che può essere mangiato e che ha un delizioso sapore di nocciola.

Devi stare molto attento a non confonderlo con la grande cicuta.

Entrambi fanno parte della stessa famiglia, le Apiaceae. Ma la grande cicuta è velenosa.

Quando consumato, è all'origine di disturbi digestivi, vertigini, mal di testa, persino convulsioni. È quindi necessario evitare a tutti i costi per ingerirlo.

10. Sileno

Il sileno selvatico si mangia crudo in insalata o cotto

È anche chiamato "compagno rosso". I germogli di questa perenne compaiono da marzo a maggio.

Possono essere consumati crudi in insalata o cotti.

Quando fiorisce da maggio a settembre, possiamo anche banchettare con i suoi fiori che si mangiano nelle insalate.

11. Acetosa selvatica

l'acetosa selvatica si mangia in insalata

È una pianta bioindicatrice che aiuta ad arieggiare il terreno troppo compatto.

Chiamata anche rumex, questa pianta fiorisce da maggio a luglio.

Ci sono molte ricette che usano l'acetosella selvatica.

Si mangia in insalate, zuppe o possiamo metterlo in salse o piatti per aromatizzarli.

12. Il sambuco nero

I fiori di sambuco possono essere cucinati in una ciambella o allo sciroppo.

Viene anche chiamata vaniglia dei poveri per via del suo odore forte e identificabile.

Quando c'è il sambuco nero, puoi star certo che il terreno è ricco di azoto. Questo arbusto fiorisce all'inizio dell'estate e i suoi frutti compaiono ad agosto.

I fiori di sambuco possono essere usati per preparare ciambelle o sciroppo. E i frutti si mangiano in marmellata, gelatina o sciroppo.

Con i fiori di sambuco si può preparare un vino aromatizzato seguendo questa ricetta: macerare 24 ombrelle (fiori ben sviluppati) in 3 litri di vino rosso o bianco, 300 ml di alcol di frutta, 450 g di zucchero. Basta mettere tutti gli ingredienti in un contenitore chiuso e lasciare macerare per 48 ore. Quindi resta da filtrare e imbottigliare. Nota che più vecchia è la preparazione, meglio è.

Nota che le bacche di sambuco contengono acido cianidrico che si trasforma in cianuro durante la digestione. Quindi devi davvero mangiateli cotti.

Il sambuco nero è molto simile all'hièble comune che è più piccolo e non fiorisce fino ad agosto. Ma attenzione, perché l'hièble è velenoso.

13. Panace comune

Il panace comune sa di mandarino e va nelle torte

Come la cicuta grande e la nocciola macinata, il panace comune fa parte del Apiaceae.

Come promemoria, la grande cicuta è velenosa : non va quindi confuso con il panace comune che fiorisce da giugno a settembre.

Il panace comune ha un sapore simile al mandarino, specialmente quando si mangia il suo gambo.

Puoi metterlo in torte, farina o usarlo come condimento per i piatti.

14. L'ombelico di venere

le foglie ed i fiori dell'ombelico di Venere si mangiano in insalata

È un bel nome per una piccola pianta piena di ferro, vitamine e minerali.

I suoi steli e fiori si mangiano nelle insalate.

Rimuovendo la pellicola che ricopre le foglie e strofinandole su una piccola ferita, ha anche il potere di alleviare il dolore di un taglio.

15. luppolo

I germogli di luppolo sono preparati come gli asparagi

Il luppolo si trova nelle zone umide e vicino ai rovi.

I suoi giovani germogli possono essere mangiati e preparati come gli asparagi.

Nota che puoi raccogliere il luppolo da giugno a settembre.

16. Betulla

La linfa e le foglie di betulla sono commestibili

La betulla è un albero pieno di risorse.

Prima di tutto, la sua linfa è commestibile. Può essere preso quando le foglie dell'albero iniziano a crescere.

Per raccoglierlo, tutto ciò che devi fare è fare un buco alla base dell'albero.

Una volta assunto, bevilo al mattino per purificare il tuo corpo.

Se ti piace il sapore amaro, puoi anche mangiare le foglie giovani della betulla.

Per fare questo, asciugali e poi friggi come patatine! Lo adoro !

17. Aglio orsino

L'aglio selvatico è preparato in zuppa o pesto

Viene anche chiamato "aglio selvatico". Attenzione, l'aglio selvatico sembra il mughetto. Da non confondere perché il mughetto è velenoso.

Per evitare confusione, tieni presente che l'aglio selvatico cresce su terreni bagnati e odora di aglio.

Tutto si mangia nell'aglio selvatico: i fiori, i gambi, le gemme.

Puoi fare un pesto o una buona zuppa. Per fare questo, segui la nostra ricetta fatta in casa qui.

18. Melissa

le foglie di melissa selvatica si consumano in insalata o si bevono come infuso

Puoi arricchire i sapori di una macedonia o di un'insalata verde aggiungendo qualche fogliolina di melissa.

E asciugando le foglie si possono fare delle ottime tisane e prepararle come infuso.

D'altra parte, sappi che è preferibile raccogliere le foglie di melissa prima della fioritura in modo che abbiano ancora più sapore.

19. Viola

fiori commestibili di violette selvatiche

Le violette sono poco appariscenti ma crescono ovunque, nei campi, nei boschi, all'ombra o al sole.

Sappi che le sue foglie e i suoi fiori sono commestibili.

Puoi assaggiare le foglie che possono essere preparate come gli spinaci.

Fateli rosolare in un filo d'olio e poi spalmateli su una fetta di formaggio di capra. Yum!

Con i fiori potete fare lo zucchero aromatizzato.

Per fare questo, metti 1 parte di fiori per 4 parti di zucchero in un frullatore. Amalgamate quindi mettetele in un contenitore di vetro che si chiuda e lasciate riposare per 1 settimana.

20. L'egododo

fiori di hegopod crescono ovunque e possono essere mangiati nelle insalate

Questa pianta tende a crescere ovunque! Quindi è un buon motivo per mangiarlo!

Giovane e tenero, si sposa molto bene con le insalate.

E quando è più sodo, si mangia in zuppe, torte o torte salate.

21. La grande malva

i petali della malva si possono preparare in insalata

È anche chiamato malva silvestre o malva dei boschi.

I suoi petali serviranno per decorare le insalate.

Puoi anche rosolarli o cuocerli come gli spinaci.

22. La piantaggine lanceolata

le foglie della piantaggine a nido d'ape si mangiano nelle insalate

La piantaggine lanceolata cresce ogni anno nei pascoli da aprile a ottobre.

Le sue foglie sono ottime nelle insalate.

Provalo e parlamene!

23. Bardana

La bardana può essere consumata cruda in insalata quando i germogli sono appena germogliati da terra

La bardana cresce nelle foreste. Le foglie della bardana vengono cotte in acqua, che farà risaltare il loro piccolo sapore di carciofo.

Quando escono dal terreno, i giovani germogli vengono mangiati crudi dopo averli pelati.

Puoi anche conservarli nell'aceto. I piccioli si consumano crudi o cotti. Possono anche essere latto-fermentate.

24. Cardo

Il cardo aromatizza il riso

È sorprendente, ma il cardo può anche essere cotto. Dovrebbe essere raccolto in primavera e bollito in acqua.

Toglietelo dall'acqua e raccoglietelo per cuocere il riso. Il cardo profumerà piacevolmente il tuo riso.

Conclusione

Come puoi vedere, la natura è generosa con noi.

Il nostro giardino ha mille tesori gastronomici da offrirci.

Ma occorre cautela e al minimo dubbio è meglio astenersi!

Ricorda che alcune piante si assomigliano e possono essere tossiche per la salute.

Ti consiglio di leggere le seguenti precauzioni.

Avvertenze e precauzioni

- Il ranuncolo è un bel fiore. Ma fa parte della famiglia dei ranuncoli. È quindi tossico. Il suo consumo provoca disturbi digestivi, nausea e vomito. Nemmeno l'arum dovrebbe essere consumato.

- Fai molta attenzione quando raccogli i fiori per mangiarli. Se hai il minimo dubbio, astieniti perché alcune piante sono molto tossiche. Consulta un professionista per assicurarti di scegliere piante commestibili sicure per la tua salute.

- Puoi anche aiutare te stesso con libri che ti aiuteranno a riconoscere le piante selvatiche commestibili. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di leggere questi libri:

- Guida alle piante commestibili selvatiche. Riconoscili, raccoglili, consumali di Stefen Guido Fleischhaueur

- Piante selvatiche commestibili e velenose di François Couplan e Éva Styner

- Piante commestibili: raccolta e ricette delle 4 stagioni di Guy Lalière

- E se vuoi cucinare erbe selvatiche come i grandi chef, ti consiglio questo libro: Pazzi per i sapori di Marc Veyrat.

il libro di marc veyrat per cucinare piante selvatiche

Il tuo turno...

Hai provato a mangiare piante selvatiche commestibili? Diteci nei commenti se vi è piaciuto. Non vediamo l'ora di sentirti!

Ti piace questo trucco? Condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Inoltre da scoprire:

Portulaca, una pianta estiva commestibile e gratuita!

63 piante medicinali essenziali per la guarigione.

messaggi recenti