Aceto bianco, aceto alcolico, aceto domestico: qual è la differenza?

Ah, aceto bianco… L'elenco dei suoi usi miracolosi potrebbe continuare all'infinito!

Un prodotto magico in grado di pulire, disincrostare, macchiare, disinfettare, deodorare ...

E oltre ad essere ecologico e biodegradabile, l'aceto bianco non costa veramente economico (meno di € 0,50 al litro).

Ma guardando le etichette, alcuni sono chiamati "aceto bianco", "aceto di cristallo", "aceto domestico" o "aceto alcolico".

Perché tutti questi nomi? E c'è un file vero differenza tra i diversi nomi di aceto bianco?

Per semplificarti la vita, abbiamo studiato la differenza tra tutti questi nomi di aceto. Guarda :

Aceto bianco, aceto alcolico, aceto di cristallo, aceto domestico ... qual è la differenza?

Qual è la differenza tra tutti questi aceti?

Sulle etichette dei supermercati si legge

Aceto bianco, aceto alcolico, aceto di cristallo, aceto domestico ...

Chiamalo come vuoi, parliamo esattamente lo stesso prodotto !

Se l'aceto bianco è conosciuto con molti nomi, è semplicemente per motivi commerciali!

Ma nelle bottiglie in realtà è ancora il anche prodotto: il aceto di alcol.

Solo una cosa cambia tra tutte queste bottiglie: il tasso di acidità!

Ma a complicare ancora di più le cose, sappi che questo tasso di acidità non varia a seconda della denominazione ...

Chiaramente, solo perché acquisti una bottiglia di aceto domestico non significa che il livello di acidità sarà lo stesso.

Lo stesso vale per gli altri nomi: il livello di acidità non ha alcuna relazione con il nome utilizzato.

Quindi, per conoscere il livello di acidità, non ci si può fidare del nome, bisogna guardare a quanto riportato sul retro della bottiglia.

Solo il livello di acidità varia tra le bottiglie

I dosaggi percentuali indicati sull'aceto ne misurano l'acidità.

Aceto bianco, aceto di cristallo, aceto alcolico o aceto domestico ... la stessa lotta! Questo è stabilito. Ma…

Solo una cosa distingue gli aceti l'uno dall'altro: il loro livello di acidità o, se preferite, la loro percentuale di acido acetico.

Infatti, se guardi più da vicino l'etichetta sulla tua bottiglia, vedrai che ha una percentuale su di essa, come nella foto sopra.

Queste percentuali misurano la sua acidità.

Questa percentuale indica quanto è acido l'aceto, non quanto è alcolico, come pensano alcune persone.

Nel complesso, tieni presente che la concentrazione di acido acetico nell'aceto bianco varia dal 5% al ​​14%.

Quindi, a seconda della percentuale di acido acetico, i risultati sono molto diversi ... e anche la velocità di utilizzo!

Aceto con un'acidità dal 5% all'8%

Il vantaggio dell'aceto bianco a bassa acidità è che può essere utilizzato in cucina.

È l'aceto bianco che trovi sugli scaffali delle cucine dei supermercati.

Tipicamente, questo aceto alcolico ha un'acidità relativamente bassa, tra il 5 e l'8%.

In confronto, una mela o un aceto di vino che va in un condimento per insalata ha anche un contenuto di acido acetico dal 5% all'8%.

Possiamo quindi utilizzare questo aceto sia per cucinare che per pulire il frigorifero.

In effetti, questo tipo di aceto bianco con un'acidità dal 5% all'8% può essere utilizzato molto bene per scopi alimentari, come ad esempio:

- pulire un'insalata dall'orto,

- inscatolare sottaceti o anche,

- sostituire il vino bianco in una ricetta.

Aceto con un'acidità dal 10% al 14%

L'aceto, che è più concentrato in acido acetico, è riservato alle faccende domestiche.

Questo è l'aceto bianco che si trova nella corsia dei prodotti per la casa dei supermercati.

In effetti, viene spesso chiamato "aceto domestico", ma non sempre!

Questo aceto alcolico è più concentrato, con un tasso di acidità fino al 12% o addirittura al 14%.

Questo aceto più concentrato in acido acetico è riservato alle faccende domestiche.

La sua forte acidità, infatti, lo rende più efficace per la pulizia e la disincrostazione.

Per convincerti di questo, puoi confrontare il tempo necessario per decalcificare un rubinetto con il 5% di aceto e il 14% di aceto.

Si noti inoltre che maggiore è l'acidità di un aceto, più forte è il suo odore.

Ma non preoccuparti, il suo forte odore scompare mentre si asciuga!

A proposito, per coloro che davvero non sopportano l'odore, ecco un consiglio per far profumare il tuo aceto bianco.

Quindi che tipo di aceto bianco usare?

L'aceto bianco fa brillare i pavimenti, sblocca tubi, disincrolla i bollitori… Ma che tipo di aceto bianco devo usare?

Nessuna foto. Per tutti gli usi quotidiani di questo prodotto miracoloso, basta scegliere l'8% di aceto bianco.

È poco costoso, versatile e può essere trovato molto facilmente!

Inoltre, è anche in questa gamma di acidità che si trova l'aceto bianco il più economico !

In effetti, puoi trovare l'8% di aceto bianco per meno di 50 centesimi al litro nella maggior parte dei negozi.

E il vantaggio è che puoi usarlo anche per uso alimentare.

Per quanto riguarda l'aceto bianco con una forte acidità dal 10% al 14%, usalo per la pulizia e la disincrostazione, poiché sarà più efficace dell'8%.

Ma vista la differenza di prezzo tra questi 2 tipi di aceto bianco, è sempre meglio prendere quello più economico.

Perché ? Perché la differenza di efficienza non è importante quanto la differenza di prezzo ...

Ma cos'è l'aceto alcolico comunque?

Come l'aceto di vino o l'aceto di sidro di mele, l'aceto alcolico deriva dalla fermentazione dell'alcol.

Questo alcol proviene dalla fermentazione di barbabietole da zucchero o cereali, ma anche di canna da zucchero, mais o anche acquavite.

Quanto a aceto alcolico colorato, bastano poche gocce di caramello per dare all'aceto bianco un bel colore ambrato.

L'aceto colorato è particolarmente apprezzato per fare una vinaigrette e condire ad esempio le insalate.

Dove acquistare l'aceto bianco? Attenzione SCAM!

E oltre ad essere ecologico e biodegradabile, l'aceto bianco è molto economico (circa 0,50 € al litro).

L'aceto bianco è un prodotto davvero economico se sai dove acquistarlo.

Il suo prezzo varia tra 0,30 € e 0,50 € al litro.

D'altra parte, sappi che non dovresti mai comprare l'aceto bianco su Internet!

Perché ? Perché è semplicemente troppo caro! Quindi è una grande truffa!

Tu non mi credi ? Giudicate piuttosto: qui ad esempio troverete un aceto bianco venduto in spray per più di 5 € ovvero 10 volte il prezzo!

Sconcertante! È solo marketing, quindi fai attenzione ...

È quindi meglio andare al supermercato per trovare aceto bianco al miglior prezzo.

Scopri qui il nostro confronto del prezzo dell'aceto bianco al supermercato.

Il tuo turno…

E tu, che aceto bianco usi di solito a casa? Diteci nei commenti. Non vediamo l'ora di sentirti!

Ti piace questo trucco? Condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Inoltre da scoprire:

20 usi segreti dell'aceto bianco per una casa di nichel.

Qual è la differenza tra bicarbonato di sodio e sodio?

messaggi recenti